Istituto Ioffe

Direttore: Prof. Zhores I. Alferov, Premio Nobel, Accademico delle Scienze
26 Politechnicheskaya, San Pietroburgo, 194021, Russia
Tel.: +7 (812) 247 2245
Fax : +7 (812) 247 1017
http://pvlab.ioffe.ru

Leggi la storia di Abraham F. Ioffe - a cura di Lanfranco Belloni
La biografia verrà pubblicata a puntate, un capitolo alla volta
Capitolo primo
Capitolo secondo

L’Istituto Fisico - Tecnico dell’Accademia delle Scienze è stato fondato nel 1918 come Dipartimento dell’Istituto Statale per la Radiologia e i Raggi X, che faceva parte dell’Accademia Russa delle Scienze. È stato uno dei più grandi centri di ricerca scientifica sorti subito dopo la nascita dell’URSS, per volontà di Vladimir Lenin e del suo Commissario del Popolo per l’Istruzione, Anatolij Lunacharskij.
Lo scienziato più idoneo a dirigere l’Istituto era Abraham F. Ioffe, che aveva studiato e lavorato come ricercatore in Germania con Wilhelm Roentgen, lo scopritore dei raggi X, nel periodo precedente alla Prima Guerra Mondiale. Grazie all’attività dello scienziato il dipartimento di Fisica dell’Istituto per la Radiologia e i Raggi X divenne un centro autonomo nel 1921, con il nome di Istituto Statale Fisico – Tecnico per i raggi X. Ioffe diresse l’Istituto dal 1918 al 1950, cercando sempre di mantenere contatti con gli scienziati tedeschi ed europei. Nel 1938 l’Istituto è stato affiliato all’Accademia delle Scienze e dal 1960 ha preso il nome del suo primo direttore.

Ai primi del 900 i raggi X, studiati da Wilhelm Roentgen (1845-1923) sul finire del secolo precedente, rappresentavano la scoperta che, tra le molte fatte in quegli anni, aveva un’applicazione pratica più immediata. Ad essa se ne susseguirono altre che ampliarono gli orizzonti scientifici del ventesimo secolo in maniera decisiva, come la radioattività naturale e la scoperta dell’elettrone.

Ai grandi centri di ricerca come l’istituto Fisico - Tecnico, creati all’inizio dell’epoca dei Soviet, spettava il compito di fornire la base tecnico-scientifica necessaria per la nascita e lo sviluppo dell’industria socialista.

Naturalmente questi istituti, finanziati con grande generosità nonostante la difficile situazione economica del paese, dovevano impegnarsi fin da subito, cimentandosi nelle problematiche di avanguardia, una delle quali era indubbiamente lo studio dei raggi X.

Abram Ioffe (1880-1960) era uno studioso ucraino che nel 1902 si recò a Monaco di Baviera per uno stage di un anno, allo scopo di studiare con Roentgen. Grazie al suo entusiasmo di ricercatore ottenne il dottorato con Roentgen, che lo nominò suo assistente, permettendogli così di continuare a lavorare a lungo in Germania. Dopo il ritorno in Russia, Ioffe mantenne contatti epistolari con il vecchio maestro, al quale lo univa anche una visione politica da scienziati illuminati, molto lontana dai feroci nazionalismi dell’epoca.

L’Istituto Fisico – Tecnico di Ioffe dimostrava, già a partire dalla denominazione stessa, quali fossero i modelli a cui lo scienziato intendeva ispirarsi: il Physikalisch-Technischen Reichsanstalt di Berlino-Charlottenburg, il cui primo direttore fu il sommo fisiologo e fisico Hermann von Helmholtz (1821-1894). Ioffe diresse l’Istituto con l’ambizione di farne la versione socialista dell’omonimo e più illustre centro berlinese. A tal fine cercò sempre di assecondare le direttive governative, alternando fasi di collaborazione con il potere politico a periodi difficili.

Oltre alla politica ‘interna’, Ioffe si impegnò subito anche in una vigorosa politica ‘estera’, riallacciando i rapporti con la scienza europea, che si erano interrotti in seguito alla guerra e alla rivoluzione.

L’Istituto Ioffe è giustamente considerato la culla di una parte rilevante della fisica russa contemporanea.Qui hanno iniziato la loro carriera in fisica i vincitori del Premio Nobel N.N. Semenov, L. D. Landau e P.L.Kapista. Qui hanno svolto le loro ricerche gli scienziati di fama internazionale A. P. Aleksandrov, E. F. Gross, Ya B Zel’dovich, I. V. Kurchatov, I. E. Tamm (vincitore del Premio Nobel) e Ya. I. Frenkel.
A partire dai laboratori dell’Istituto nel tempo sono state fondate 15 strutture scientifiche.

Tra di esse l’Istituto dell’Energia Atomica, l’Istituto di Chimica-Fisica, l’Istituto di Fisica Nucleare di Leningrado. Le ricerche effettuate presso l’Istituto Ioffe hanno ricevuto importanti riconoscimenti, come il Premio Nobel per la Chimica del 1956 a N. N. Semenov e il Premio Nobel per la Fisica del 2000 all’attuale Direttore Zh. I. Alferov “per lo sviluppo di eterostrutture a semiconduttore, utilizzate in optoelettronica”.

L’attività scientifica dell’Istituto copre praticamente tutti i settori della Fisica contemporanea. Di fama internazionale sono le ricerche in Fisica dello stato solido, semiconduttori, elettronica quantistica, astrofisica, fisica dei plasmi, cosmologia, fusione nucleare.

Attualmente l’Istituto Ioffe comprende sei strutture principali:
- Divisione di Fisica dei plasmi, Fisica atomica ed Astrofisica.
- Divisione di Fisica dello Stato Solido
- Divisione di Fisica dei dielettrici e dei semiconduttori
- Divisione di Elettronica
- Centro di Nanostrutture
- Centro di Formazione didattica

Al centro aderiscono più di mille ricercatori e, tra di essi, sei Accademici delle Scienze e nove membri aggregati dell’Accademia delle Scienze della Federazione Russa.